Antoinette

Negli occhi azzurri, maliziosi,

immensa esplode e ardente

primitiva brama di vivere.

La benefica Natura le ha donato

quanto gradisce vanità di donna.

Un calore emana animalesco

da tutto l’essere

che piano, dolcemente

si culla soddisfatto

sotto gli occhi curiosi della gente.

Non ricca di presuntuoso eloquio,

né discettatrice audace,

garbata e fiduciosa

alla grazia affida

ed al mistero immaginifico del corpo

la sua più vera amabilità.

 

(maggio 1960)